Un milione di euro per dare più mezzi a vigili e polizia

Obiettivo, rendere Milano più sicura. Strategia, un milione di euro ancora alle forze dell’ordine. Impegno firmato da Regione Lombardia che consente così a questura, carabinieri, guardia di finanzia e polizia stradale di dotarsi degli strumenti indispensabili per la «prevenzione e il contrasto del crimine». È il «patto per Milano sicura» che si concretizza, osserva Stefano Maullu: «Per la prevenzione e il contrasto della criminalità occorrono innanzitutto concretezza e tempismo. Sostantivi del piano d’azione delle forze dell’ordine che la Regione integra e rafforza». Già, come annota l’assessore lombardo alla Prevenzione e Polizia locale, la scelta di mettere a disposizione del prefetto Gian Valerio Lombardi un milione è un altro tassello di quell’impegno che «dal 2000 ad oggi, ha visto la Lombardia destinare qualcosa come 90 milioni per le polizie locali e dieci per la costruzione di nuove caserme dei Carabinieri». Stavolta, con un milione di euro, la questura si dota di un camper mobile, 25 Fiat grande Punto, 2 Panda 4x4, un Ducato furgone mentre i carabinieri avranno a disposizione 12 Fiat grande Punto, un comparatore video spettrale e dieci videocamere. E, ancora, cinque Bravo e due Panda per la Guardia di finanza e 2 Wolkswagen Passat e altrettante micro digi-cam per la polizia stradale.
Uno stanziamento di peso, importante - aggiunge Piergianni Prosperini, assessore alla Sicurezza, perché «occorre sostenere il lavoro dell’autorità di pubblica sicurezza per garantire la sicurezza dei nostri cittadini, anche attraverso un controllo del territorio sempre più efficace». Il prefetto sottolinea come lo stanziamento dimostri che «si può fare sistema quando c’è condivisione di obiettivi».