Un milione di milanesi sceglie il futuro

Un milione di persone e ventidue ore per decidere. I primi sono i milanesi che hanno diritto a votare per le politiche 2006 oggi e domani, l’altro il tempo che hanno per recarsi in una delle 1.253 sezioni aperte in città. Il Comune ha messo a disposizione un servizio gratuito di taxi e minibus per accompagnare i disabili, Atm ha allestito navette che da piazza Leonardo Da Vinci e via Narni accompagnano gli elettori nelle nuove sedi. Lavoro straordinario alla Anagrafe di via Larga per consegnare tessere elettorali (fino a ieri ne sono state duplicate circa 26mila) e carte d’identità (360 solo ieri) a chi ne è sprovvisto. Tanti i «big» che si recano alle urne in città: oggi votano a Milano sia il premier Silvio Berlusconi che il senatur Umberto Bossi, i candidati sindaco della Cdl e dell’Unione Letizia Moratti e Bruno Ferrante, il governatore Roberto Formigoni e il presidente della Provincia Filippo Penati. Il sindaco Albertini aspetterà invece domani. Sulla correttezza delle operazioni di voto e sullo spoglio vigileranno 9mila «difensori del voto» di Forza Italia.