Un milione per rifare il Ferraris a norma

Oltre un milione di euro per rendere agibile lo stadio Ferraris di Genova, con l'obiettivo di candidarlo fra le tappe degli Europei 2012. I lavori partiranno a metà maggio e saranno conclusi in tempo per l'avvio del nuovo campionato. A questi interventi si aggiungeranno le opere necessarie per completare la messa a norma dello stadio secondo i parametri stabiliti dal decreto Pisanu. «Questi lavori dovrebbero chiudere l'annosa questione dell'agibilità, come stabilito da un'intesa con il prefetto» ha spiegato l'assessore allo sport Giorgio Guerello. Al momento, infatti, lo stadio genovese non risulta agibile e, ogni volta che si gioca, il sindaco deve firmare una deroga. Nel dettaglio l'intervento riguarderà gli impianti elettrici (521 mila euro), il rafforzamento delle misure antincendio (336 mila euro), la risistemazione delle recinzioni e degli spazi per le tifoserie ospiti, le cosiddette «gabbie» (82 mila euro), oltre ad opere di manutenzione. Per quanto riguarda invece l'adeguamento al decreto Pisanu sono previsti nei prossimi mesi l'installazione dei tornelli di accesso alle gradinate e delle telecamere di controllo e la creazione di un posto di polizia. La spesa prevista si aggira sui 400 mila euro.