An: «Un milione per ripulire i muri»

Un milione di euro per far scomparire i graffiti dagli stabili milanesi. È il «regalo di Natale per i cittadini», afferma il presidente dei deputati di Alleanza Nazionale Ignazio La Russa, ieri davanti a Palazzo Marino, «ottenuto grazie ad An che aveva chiesto di inserire lo stanziamento nella risoluzione della Commissione Bilancio della Camera, collegata alla legge Finanziaria appena approvata». Con lo stanziamento il Comune potrà avviare l’opera di rimozione dei graffiti dagli stabili privati, dove l’intervento spetterebbe ai proprietari a cui Amsa ha già proposto, senza grande successo, un «abbonamento» speciale. L’idea, spiega La Russa, «è di contattare i privati per avere il permesso di pulire gratis le facciate dei loro palazzi, proponendo l’avvio del contratto di manutenzione con Amsa». Ma La Russa aggiunge che «Comune e Amsa possono facilmente integrare di un milione di euro ciascuno lo stanziamento della finanziaria. Con 3 milioni si può provvedere nei prossimi sei mesi alla pulizia di circa il 50% di tutti gli immobili deturpati». Chiederà inoltre al candidato sindaco della Cdl Letizia Moratti «di inserire tra le priorità, nel programma di governo della città, la questione dei graffiti insieme a traffico e problema casa».
Il vicesindaco Riccardo De Corato sottolinea che dal Parlamento «è arrivato un segnale importante, che ci conforta nel continuare la battaglia contro il degrado. La prossima settimana incontrerò i vertici di Amsa per concordare una nuova e più vantaggiosa proposta per i proprietari degli stabili privati, che li invogli a una costante manutenzione». La risoluzione approvata a Roma prevede anche 700mila euro per il Conservatorio.