Un milione al voto, l’anagrafe fa gli straordinari

In piazza Da Vinci e via Narni navette Atm per gli elettori che hanno cambiato sede. Anche Bossi e Berlusconi oggi votano in città

Ventidue ore per decidere. Dalle 8 alle 22 di oggi e dalle 7 alle 15 di domani, 995.246 milanesi sono chiamati alle urne per decidere con gli altri elettori italiani chi guiderà il Governo per i prossimi 5 anni. Su tutti pende la «minaccia» della prefettura: chiunque verrà sorpreso ad utilizzare telefoni cellulari provvisti di fotocamere e altre apparecchiature in grado di registrare immagini all’interno delle cabine elettorali sarà denunciato all’autorità giudiziaria. Ieri pomeriggio si sono costituiti i seggi senza problemi. Solo 5 presidenti e 2 scrutatori non si sono presentati e sono stati immediatamente sostituiti. Nelle 1253 sezioni (per circa 5mila scutatori) sono state timbrate tutte le schede e appesi manifesti con gli elenchi dei candidati (sotto, per motivi di spazio sono pubblicati solo i primi nomi delle liste di ogni partito). Fino a ieri, gli uffici dell’anagrafe avevano già distribuito circa 26mila duplicati delle tessere elettorali, «entro lunedì contiamo di arrivare a 30mila - spiega l’assessore ai Servizi civici Giancarlo Martella -, una quota superiore rispetto alle ultime consultazioni, speriamo che corrisponda a una crescita di interesse». Solo ieri, l’Anagrafe di via Larga ha rilasciato invece circa 360 carte d’identità. L’Ufficio oggi rimarrà aperto con orario continuato dalle 8 alle 22 e domani dalle 7 alle 15 per chi all’ultimo minuto si accorgesse di aver smarrito la tessera elettorale o la carta d’identità. E poiché in passato è accaduto che alcuni si scoprissero «elettori fantasma» una volta ai seggi, perché non avendo risposto all’ultimo censimento erano stati cancellati dalle liste elettorali, Martella consiglia «di non andare a votare all’ultimo minuto: casi del genere non dovrebbero più verificarsi. Qualora ce ne fossero iscriveremo le persone nelle liste d’urgenza, ma occorrono 3-4 ore».
Palazzo Marino mette a disposizione un servizio gratuito di taxi o minibus per accompagnare le persone disabili ai seggi (si può richiedere all’Ufficio Autopubbliche allo 02.88465290/2/4, muniti di idonea certificazione dell’Asl). Per gli elettori della sede di piazza Leonardo Da Vinci 4 invece l’Atm ha predisposto un servizio navetta per il collegamento con la nuova sede di votazione in viale Romagna 18/a, idem per chi si deve trasferire da via Narni 18 a via Don Giovanni Calabria 16. In entrambi i casi il servizio è attivo oggi dalle 8 alle 20 e domani dalle 8 alle 14.
Il premier Silvio Berlusconi voterà oggi in via Scrosati, il senatur Umberto Bossi tra le 16 e le 17 in via Fabriano. Il governatore Roberto Formigoni andrà ai seggi alle 11 in via Gattamelata, il presidente della Provincia Filippo Penati alle 11.30 in via Falck, a Sesto San Giovanni. Alle urne già oggi anche i candidati sindaco di Cdl e Unione: Letizia Moratti voterà poco dopo le 18 in via Della Spiga, Bruno Ferrante alle 10.30 in via Dandolo. In via Monviso, invece, il sindaco Gabriele Albertini ci andrà solo domani mattina alle 9.30.