Militanti dell'Eta presi con 165 chili di esposivo

Sorpresi dalla polizia francese al confine con la Spagna: nel furgone anche micce, detonatori, timer, bombole di gas e armi

Madrid - Nel furgoncino sul quale viaggiavano dei presunti militanti dell’Eta arrestati ieri sera vicino a Saint-Jean-Pied-de-Port, sul confine franco-spagnolo, si trovavano 165 chilogrammi di materiale esplosivo: lo si apprende da fonti del ministero dell’Interno spagnolo. Nella Citroen Berlingo i servizi francesi che hanno effettuato gli arresti hanno trovato 9 chili di pentrite, un esplosivo molto potente, 16 chilogrammi di zolfo e 140 chili di clorato di potassio. Nel veicolo, rubato e con una targa falsa, sono state scoperte inoltre numerose armi, tra cui un fucile d’assalto G3 e tre pistole. Ritrovati infine anche micce, due detonatori, due bombole di gas e uno scanner.