Milito, l’unico che ci poteva far provare certe sensazioni

Il caporedattore di questo autorevole foglio (si dice così, ed è vero), mi ha sentito parlare l’altra sera del concetto di «nuova anima» accostato a Diego Milito. In breve Massimiliano Lussana si è, secondo me appassionato, ma soprattutto è rimasto incuriosito guardandomi come deve aver fatto Zanfretta quando pensava di aver visto gli Ufo a Torriglia. Per chi non è genoano come me, effettivamente mi sono detto che non può comprendere cosa hanno provato i tifosi rossoblù all’arrivo, o meglio del ritorno al Grifone di Milito. Non mi soffermo più sul nodo spezzato ed ora riannodato da quella drammatica estate del 2005 con la retrocessione d’ufficio in C e della conseguente perdita della serie A, con il bomber argentino venduto di corsa al Real Saragozza. Ultimo (...)