Milito Principe di MilanoL'Inter vince il derbyMilan battuto di misura

Un Milan poco incisivo e con idee confuse. Un derby con poche emozioni, deciso da un lampo di Milito all'inizio del secondo tempo

Il Principe Milito si prende la Madonnina. Sul gelido prato verde di San Siro, l'Inter di Ranieri batte di misura un Milan confuso e poco incisivo. Una sconfitta che brucia per i rossoneri. Una vittoria che non ferma la corsa dei nerazzurri. Allegri sceglie Pato in attacco con Ibra ed Emanuelson trequartista, dietro torna Nesta in coppia con Thiago Silva. Nell’Inter Sneijder parte dalla panchina, così come Forlan: Ranieri si affida al 4-4-2 con il duo Milito-Pazzini in avanti.

Il derby inizia all'insegna della tensione e il primo tempo regala poche emozioni. Pronti-via e Inter in gol: punizione di Maicon, Thiago Motta anticipa tutti e segna, ma Orsato annulla per fuorigioco non dell’italo-brasiliano ma di Samuel, che però non partecipa all’azione. Il Milan si fa vedere dalle parti di Julio Cesar con Ibrahimovic, Pato e soprattutto Boateng: alta da ottima posizione la conclusione del ghanese su schema da calcio d’angolo.

Il Milan tiene di più il possesso palla, l’Inter aspetta e riparte. Al 39’ Alvarez ha l’occasione per portare avanti l’Inter, ma Abbiati ferma d’istinto il sinistro ravvicinatissimo dell’argentino. Al 45’ doppia occasione per il Milan: traversa di Van Bommel e successivo tiro al volo di Emanuelson, con Julio Cesar che devia in angolo. Dopo la pausa negli spogliatoi, il Milan sembra più determinato ma è l’Inter a colpire: break di Zanetti e lancio per Milito, clamoroso liscio di Abate e autostrada per il Principe, che di piatto sinistro infila Abbiati. Un colpo da biliardo ed è 1 a 0.

L’Inter prende coraggio, ci provano Alvarez e Nagatomo. Un guizzo di Ibra mette paura a Julio Cesar, poi Allegri decide di dar spazio a Robinho (al posto di Zambrotta). Il Milan attacca ma ha le idee confuse. Gli ingressi di Seedorf ed El Shaarawy danno nuova linfa al Milan: Julio Cesar risponde presente al tiro dell’olandese e alla conclusione di Robinho.

L'arrembaggio del Milan si spegne senza emozioni. I tre punti vanno alla squadra di Ranieri. La stracittadina si tinge di nerazzurro. L'Inter si porta a sei punti dalla Juventus capolista e conquistano la sesta vittoria consecutiva.