Mille anziani in pista Balli e scambi di auguri alla Rotonda Besana

Fra gli ospiti anche la mamma del premier, Rosa Berlusconi, 95 anni: «Se verrà rieletto, mio figlio continuerà a fare tante buone cose»

Gioia Locati

Musica, balli, dolcetti e spumante. E soprattutto tanta allegria. Non immaginatevi la tombolata o il noioso gioco a premi, tutt’al più un liscio fra i più arzilli. Insomma: non pensate ai vecchietti. Ieri alla Rotonda della Besana, la festa degli anziani promossa dagli assessorati alle Politiche sociali e ai Grandi eventi trasudava energia e vitalità. Più di mille ospiti invitati dai 24 centri socio ricreativi del Comune, persone autosufficienti, dai 60 anni in su. Chi più brillante, chi meno. La maggior parte grandi ballerini. No, niente liscio. Ma swing e cha cha cha. Qualche lambada e molti valzer. Il primo a scendere in pista è stato l’assessore ai Grandi eventi Giovanni Bozzetti: un giro di valzer con la signora Carla, quindi un altro con l’amica Maria. Poi sulle note dolci di Memo Remigi e del suo «Merci beaucoup» Bozzetti ha abbracciato Tiziana Maiolo e dato il la ai lenti. Ad animare il pomeriggio anche la cantante Wilma De Angelis, Tony Dallara e Paolo Limiti.
Fra gli invitati famosi Rosa Berlusconi, la mamma del premier, 95 anni portati con allegria. Ha stretto mani e abbracciato tante persone: «Sono una di voi» ha detto. Ha sorriso tutto il tempo e guardato divertita le esibizioni in pista. E al momento del brindisi ha sollevato il calice e cantato anche lei «Auguri di Buon Natale. «Cosa regalerò ai miei figli? - ha detto sorridente -. L’ho in mente ma non ho ancora comprato nessun regalo». Poi davanti ai fotografi che sgomitavano per riprenderla si è lasciata andare: «Mi viene da ridere, io non sono proprio niente non so perché mi fate tutte queste fotografie. Sono solo una madre e basta ma voglio bene a tutti». Un consiglio al figlio premier? «Non ne ha bisogno, sono io che ammiro lui e lui mi vuole tanto bene». E ancora: «Sono preoccupata per modo di dire perché lui è forte e fa quel che si sente. È coraggioso, ha tante buone idee per fare le cose, ne ha fatte parecchie e se verrà rieletto continuerà a farle».
L’assessore Bozzetti ha commentato così la festa: «È straordinario tutto questo entusiasmo. Molte persone che erroneamente vengono definite anziani hanno energia da vendere. Basta vederli ballare le musiche latinoamericane». Bozzetti ha colto l’occasione per lanciare il suo appello: «Da giovane mi rivolgo ai giovani: il regalo più grande per questo Natale che possiate fare (e fare a voi stessi) è quello di dedicare un po’ di tempo e di affetto a una persona anziana». L’assessore alle Politiche sociali Tiziana Maiolo ha invece puntato sull’importanza di momenti come questo, dall’invito al Dal Verme per assistere alla prima della Scala alla festa di Natale: «Non bisogna vederle come iniziative frivole e accessorie. Sono in realtà proposte fondamentali perché fanno stare bene le persone, le aiutano a prevenire la solitudine e le malattie».