Mille dubbi dietro l’entusiasmo di facciata

Il 9 e 10 ottobre a Orvieto si incontrano i rappresentanti dei Ds, della Margherita e dei Repubblicani Europei per discutere dell’avanzamento del progetto del Partito democratico. Risultato: a parole tutti lo vogliono fare. Nei fatti: tutti esprimono i propri distinguo. La Quercia, in particolare, deve fare i conti con la corrente di sinistra guidata da Fabio Mussi e Cesare Salvi. Il loro timore è che la fusione annacqui lo spirito socialista dell’ex Pci. Per questo presenteranno una mozione al prossimo congresso della Quercia, così come faranno altri esponenti ds come Gavino Angius, favorevoli a una federazione che includa altri partiti della sinistra.