Mille egiziani, piazzale Loreto come il Cairo

Erano un migliaio ieri, gli egiziani che hanno manifestato in strada per sostenere la sollevazione della popolazione del Cairo a favore della democrazia. Si sono ritrovati alle 17 a Piazzale Loreto su iniziativa del «Comitato Hurria - Libertà per l’Egitto», sorto nei giorni scorsi in città dalla partecipazione di numerose associazioni di immigrati, laiche e islamiche presenti in città. Il comitato sostiene che «in questi giorni il regime di Hosni Mubarak ha risposto alle aspirazioni dei milioni di cittadini scesi in piazza, diffondendo il terrore e causando centinaia di morti. Crediamo che se il popolo dovesse perdere questa battaglia - aggiunge il comitato - la repressione sarebbe di una ferocia inaudita». Gli egiziani milanesi sono decine di migliaia. Gli attivisti in piazza ieri hanno invitano alla mobilitazione «per chiedere alla società civile di aiutarci a fare in modo che i riflettori puntati sull’Egitto non siano spenti, e di moltiplicare le pressioni sulle autorità italiane affinché mettano da parte la complicità e la timidezza degli ultimi giorni e facciano tutto ciò che è in loro potere per garantire i diritti dei manifestanti e per favorire una processo di svolta democratica in Egitto, che può avviarsi solo con le dimissioni di Mubarak e del suo governo».