Le mille Emilie a tutta acquolina

E quattro! Martedì prossimo, 11 aprile, quarto appuntamento in edicola con La Grande Cucina Regionale Italiana, una collaborazione tra il Giornale e l’editore Food. Dopo i piatti che hanno fatto la storia dell’Italia a tavola, dopo la serie della scuola di cucina, adesso è la volta delle tradizioni regionali, un viaggio attraverso il meglio che ogni area tricolore propone. Tra 48 ore sarà la volta dell’Emilia Romagna, il primo di due volumi perché, anche se tanti si confondono, l’Emilia ha sue linee guida e la Romagna altre, non fosse altro che una metà confina con il mare e l’altra no. Si inizia dalle specialità emiliane, al plurale perché è «una cucina difficilmente classificabile sotto un’unica bandiera». È un viaggio da acquolina in bocca che parte dalla chisola, la focaccia con i ciccioli, a straordinari prodotti del territorio come il culatello, il balsamico tradizionale e la mortadella.