Mille gazebo in Lombardia Il Pdl sceglie le sue priorità

Sono mille i gazebo del Popolo della libertà che oggi e domani dalle 10 alle 18 saranno allestiti a Milano e in Lombardia perché i cittadini possano scegliere le priorità del programma. A tutti sarà consegnata una scheda in cui dovranno decidere l’importanza di ogni singola voce inserita nel programma del Popolo della libertà, dando un voto che va da uno a cinque. In piazza il nuovo Pdl, con esponenti di Forza Italia, Alleanza nazionale e dei Circoli della Libertà.
In prima linea la coordinatrice regionale degli azzurri, Mariastella Gelmini, che con Luigi Casero e Maurizio Lupi sarà oggi pomeriggio al banchetto di piazza Argentina: «Saranno i cittadini a individuare le priorità. È nel solco della storia del Popolo della libertà. Sono stati i cittadini a volerlo e sono loro a definire le priorità programmatiche. È coerente con il modo in cui il Popolo della libertà è nato». Al banchetto di piazza Oberdan sarà invece Michela Vittoria Brambilla. Militante anche il vice sindaco e deputato di An, Riccardo De Corato, che oggi presidierà i gazebo del centro (piazza Santa Maria del Suffragio e piazzale Medaglie d’Oro) e domani si sposterà in periferia. Spiega De Corato: «È importante anche come test sulla pubblica amministrazione, anche se sappiamo già che le emergenze di Milano sono sicurezza, ambiente e traffico».
Sarà inaugurata domani in corso Vittorio Emanuele la prima sede elettorale del Popolo della libertà a Milano. «Sarà una specie di gazebo fisso in cui esporremo i dati raccolti parlando con i cittadini» spiega il commissario cittadino, Luigi Casero. Si tratta del comitato elettorale per la circoscrizione di Lombardia uno, che unisce Milano e Monza, e che è stato presentato ieri, oltre che da Casero, anche dal commissario provinciale Guido Podestà e da quello di Monza e Brianza, Massimo Ponzoni.
Il futuro Pdl non frena però i congressi (e i dibattiti) interni a Forza Italia. Oggi pomeriggio si svolgerà in via Corridoni un’assemblea programmatica di Forza Italia di Milano e provincia con Podestà, Gelmini, Casero e Lupi, per definire le strategie del partito. L’intenzione è di confermare Casero commissario cittadino e Podestà commissario provinciale di Forza Italia, affiancando a entrambi un gruppo di vice. Podestà dovrebbe essere coadiuvato da Alessandro Colucci come vice commissario vicario e da Mario Sala (di Cl) e Sante Zuffada (consigliere regionale vicino a Mario Mantovani) come ulteriori vice a sostegno. Come vice di Casero rimarranno Tiziana Maiolo e Maurizio Lupi (che la scorsa settimana è stato nominato anche commissario a Parma). Intanto questa mattina al Circolo della Stampa la Maiolo formalizzerà la sua intenzione di chiedere le primarie per candidarsi a presidente della Provincia.
Oggi a Arcore si terrà il congresso di Forza Italia dell’area di Monza e Brianza. Sarà confermato come coordinatore Massimo Ponzoni. Previsti Roberto Formigoni, Giancarlo Abelli e Paolo Romani e un collegamento telefonico di Silvio Berlusconi.