Mille Miglia, «scintille» tra i pompieri

Dopo la Corte dei conti, la Procura. I vigili del fuoco del comando di Milano - attraverso i rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl, Uil e Usb - hanno inviato un esposto alla Procura di Milano per far luce sul denaro speso in occasione della corsa storica Mille Miglia. A maggio, infatti, il Dipartimento ha partecipato alla prestigiosa gara con una vettura storica preparata nel comando di Milano. «Un dispendio di denaro pari a circa 75mila euro .- spiegano i sindacati - E per una macchina, l’Alfa Romeo 6C AR51 detta «Matta», che non è mai stata in dotazione ai pompieri! E pensare che, a livello nazionale, il corpo ha debiti pari a 30 milioni di euro con fornitori e meccanici!».
Ribatte il comandante dei vigili del fuoco della provincia di Milano, Silvano Barberi: « Questa polemica è pretestuosa: la Mille Miglia non c’entra nulla e il Dipartimento farà emergere l’autenticità di questa vicenda, facendo chiarezza anche sulle spese affrontate per la partecipazione alla corsa storica».