Mille Miglia storica: nel rush finale sfida Italia-Argentina

Dopo il passo della Futa e il transito della carovana per Bologna, tappa speciale sulla pista di Fiorano di proprietà della Ferrari. L'arrivo a Brescia è previsto tra le 22 e le 22,30 di stasera<br />

Si gioca sul filo di lana delle ultime prove speciali, l'edizione 2011 della Mille Miglia. Dopo il passaggio dal Lazio alla Toscana, lo scarto tra i primi tre equipaggi in classifica generale è ridottissimo e la vittoria finale è ancora a portata di mano anche degli equipaggi quarto e quinto della griglia finale dopo la seconda tappa, conclusa a Roma ieri sera. Stanno lottando per il podio gli italiani Mozzi-Biacca su Aston Martin 'Le Mans' del 1933, giunti primi nella capitale; il duo Ferrari su Bugatti Type 37 del 1927 e gli argentini Scalise e Claramunt su Alfa Romeo 6C 1500 GS del 1933. Rimane comunque aperta la possibilità di rimonta per l'argentino Elicade in team con Mark Gessler, per Sisti-Bernini, seguiti a ruota dalla sorpresa dell'edizione 2011, un equipaggio giapponese. Intanto, la carovana sta attraversando il centro storico di Firenze, aperto eccezionalmente per l'evento. Lungo l'Arno e in Piazza della Signoria, gli equipaggi sono stati accolti con grande entusiasmo dalla folla di turisti e fiorentini presenti, cosa che invece non è accaduta nel passaggio nel centro storico di Siena, con una Piazza del Campo quasi deserta, complice forse anche il caldo: in quel momento infatti il sole era quasi allo zenit e si sfioravano i 40 gradi sul tufo dove solitamente si corre il Palio. Ultimi impegni della carovana, il valico dell'Appennino Tosco-Emiliano attraverso il Passo della Futa, il passaggio da Bologna e l'ultima e, a questo punto, speciale, tappa sulla pista di Fiorano, il circuito usato dalla Ferrari per testare i suoi bolidi. L'arrivo a Brescia delle prime auto è previsto tra le 22 e le 22,30.