Mille ricorsi al mese Moratoria in vista per le multe ai motorini

«Siamo in difficoltà, la mole di lavoro sta diventando insostenibile». L’emergenza di cui parla il presidente dei giudici di pace, Vito Dattolico, si chiama Ecopass e si lega a filo doppio a quella delle strade - come corso Magenta - che sono diventate corsie preferenziali, insieme al ticket. Solo tra lo scorso primo luglio e il 2 marzo i ricorsi arrivati all’Ufficio del giudice di pace sono stati 31.100 (diecimila in più rispetto all’anno prima), il 26% - quasi ottomila - sono legati al ticket. Peccato che negli ultimi due anni il numero dei giudici sia passato da 155 a 122, il personale amministrativo da 107 a 80, e il calendario delle udienze è già «coperto» fino ai primi mesi del 2010, da aprile «un’ondata». «Sull’interpretazione dei ricorsi c’è bisogno di dettare una linea» fa presente il capogruppo della Lega Matteo Salvini. Che di fronte a un no alla moratoria da parte del Comune, invita i magistrati ad applicarla di fatto: «C’è chi ha preso fino a 100 multe in serie in buona fede, perché i cartelli erano confusi. Cancellare le multe sulle ztl ai motorini e far pagare solo la prima alle auto». E, almeno sugli scooter, Dattolico ammette che «è una richiesta giusta, la prenderemo in considerazione».