«Mille tappeti» al posto degli abiti

Una notte di lavoro per trasformare uno dei più rinomati negozi di abbigliamento della città nella più straordinaria mostra di tappeti che si tenga in Europa. Ma per i dipendenti di Giglio Bagnara, a Sestri Ponente, è quasi diventata una sfida, che si ripete quest’anno per la quarantaduesima volta. E così anche questa mattina, puntuale alle 10, aprirà i battenti «Mille tappeti in un giorno», mostra internazionale che si estende su una superficie di tremila metri quadrati in quattro piani di esposizione, rassegna di punta in fatto di vastità e qualità di assortimento.
La mostra quest’anno presenta anche una curiosità gastronomica: nell’elegante atmofera del Caffè dei Glicini al primo piano di Giglio Bagnara, infatti, sarà possibile pranzare con un menù orientale, il menù Agapanto, al prezzo speciale di 14 euro a persona, che propone bicak salati, bolawnee, qabeli, bicak dolci e vino shiraz (non sveliamo di cosa si tratta per non guastare la sorpresa).
Ma vediamola questa mostra. Si va dai tappeti cuoio e in pelle di struzzo tipici dell’arte moderna, ai classicissimi della Via della Seta, gli Old Samarkanda e ai più moderni Tibetani, Kotan e Zieglere delle montagne di Peshawar. Poi gli splendidi tappeti Afghan Modcar e il bazaar dedicato ai Kilim e ai tappeti Gabbeh.I tappeti del Caucaso (Shirwan e Bokhara) sono invece abbinati agli Afghan Kazak dai disegni geometrici. I tappeti antichi sono accompagnati da una speciale selezione di arazzi, mentre l’angolo del restauro è a disposizione dei clienti per consulenze e preventivi gratuiti su ogni tappeto.
La giornata speciale di Giglio Bagnara si concluderà alle 19.30.