Millevele per festeggiare 60 anni

Riccardo Re

Il mare genovese dipinto da oltre trecento bandiere tricolori per festeggiare il sessantesimo anniversario della Repubblica. Questo sarà lo scenario offerto dalla regata "Millevele Telecom Italia" giunta alla sua ventesima edizione, ma per la prima volta in programma il 2 giugno.
Una festa della vela che verrà anticipata da altre manifestazioni, a partire da giovedì primo giugno, e che si protrarrà per tutto il week-end. Una kermesse organizzata dallo Yacht Club Italiano e da Progetto Italia, con il patrocinio della Regione Liguria, del Comune di Genova, della Provincia, della Camera di Commercio e dell'Autorità Portuale. Ma una rassegna, come precisa il prefetto Giuseppe Romano, «voluta soprattutto dall'ex presidente delle Repubblica Carlo Azeglio Ciampi che convocando a Roma tutti noi prefetti lo scorso 15 dicembre ci ha sollecitati a celebrare degnamente questo importante anniversario». E l'anniversario è doppio perché non solo si celebrano i 60 anni della Repubblica ma anche il ventesimo compleanno della regata che Carlo Croce, presidente dello Yacht club definisce «la più giovane e la più amata». Gli organizzatori prevedono il record di partecipanti che dovrebbero superare le trecento unità, in virtù anche di questa nuova scelta di «calendario», sicuramente più favorevole rispetto alle scorse edizioni che si erano sempre disputate nel mese di aprile.
Il via dunque alle 11, davanti al Lido d'Albaro, dove le barche partecipanti, con l'obbligo di issare la bandiera dei sessant'anni della Repubblica, si fronteggeranno davanti a un pubblico attento e guidato da numerosi altoparlanti. Così, per la prima volta, nella zona antistante il campo di regata, anche i non addetti ai lavori potranno cogliere le fasi salienti della competizione. Iniziativa che, spiega Croce, «dovrebbe contribuire ad avvicinare sempre più persone alla vela, sempre troppo considerata sport di elite». In questa direzione vanno altre iniziative come i corsi di vela gratuiti per bambini in programma dalle 9 alle 18 al Porto Antico durante tutti i quattro giorni della manifestazione. Istruttori qualificati della scuola di mare Beppe Croce daranno vita sia a lezioni teoriche sia a lezioni pratiche a circa trecento giovani che saliranno a bordo di imbarcazioni delle scuole vela Luna Rossa.
Sabato 3 e domenica 4, sempre alle 11, in corso Italia spazio agli agonisti. Sabato si parte con tre prove su percorso a bastone con disimpegno mentre domenica ci sarà il via della regata IMS.
Per la prima volta è in programma anche una quarta regata: quella delle Repubbliche Marinare. Le imbarcazioni di Genova, Amalfi, Pisa e Venezia gareggeranno su un percorso a triangolo con arrivo e partenza davanti al Bigo. Regata sicuramente di fascino che già si sta pensando di programmarla nelle prossime stagioni in concomitanza della storica regata a remi.