Mills: «Il premier non mi ha mai corrotto»

«Smentisco al cento per cento che quei soldi, i 600mila dollari, siano arrivati da Silvio Berlusconi o dal suo gruppo. Ai magistrati lo abbiamo già detto e depositato i documenti che lo dimostrano». Lo afferma David Mills, 59 anni, l'avvocato inglese in relazione al quale il premier Berlusconi avrebbe ricevuto un avviso a comparire dai pm di Milano. La notizia di Berlusconi indagato per i diritti tv era stata pubblicata giovedì dal Corriere della Sera. «È tutto falso. L'insistenza su queste speculazioni malgrado la loro infondatezza può avere solo una motivazione politica», osserva l’avvocato.