Milly Moratti : «È la festa della gente»

Corritore: «Voterò nel seggio di via Trieste Poi mi fermerò lì per vedere che cosa succede»

Ieri speravano tutti in una notte tranquilla: c’è chi si è fatto un gran sonno e chi invece un po’ per gli impegni e un po’ per abitudine è andato a letto solo per qualche ora. Ma certo stamattina si alzeranno di buon ora e per prima cosa andranno a votare. Le primarie vedono la sfida tra Ferrante e Fo ma tra i candidati ci sono anche Davide Corritore e Milly Moratti. I due ieri sera hanno vissuto la vigilia del voto con una certa trepidazione anche se nessuno alla fine lo ha voluto ammettere.
«Ho salutato Ferrante e Fo e sto per andare davanti al commissariato di polizia di viale Certosa per incontrare gli immigrati che fanno la coda per le pratiche di ricongiungimento familiare - ha raccontato Corritore -. A mezzanotte incontrerò la comunità peruviana e poi quella romena in festa. Tornerò a casa tardissimo e dormirò pochissimo, tanto ormai sono abituato». Descrive così l'ultima notte prima delle primarie dell'Unione il candidato Davide Corritore. Domani mattina alle 11 sarà al seggio di via Trieste per votare: «Passerò tutta la giornata lì aspettando notizie - racconta - e spero di avere il tempo di salutare i miei rappresentanti negli altri seggi, per la maggior parte immigrati».
Tutt’altra vigilia per Milly Moratti. «Dormirò sodo - ha detto ieri -. Sono talmente stanca. Da giorni sto in mezzo alla gente. E poi, da quando è scesa la neve, diciamo che mi sono chetata». Milly Moratti si è detta «serena» a meno di dodici ore dall'apertura dei seggi delle elezioni primarie per cui è candidata.
«Dormirò come sempre, per fortuna non soffro d'insonnia - assicura -: speriamo che domani (oggi ndr) sia la festa della gente. E soprattutto degli stranieri. Secondo me non hanno ancora capito che possono votare. Pensano che sia troppo bello per essere vero e invece bisogna informarli fino all'ultimo».