La Milo: ho amato anche Berlinguer

da Roma

«L’ho amato follemente fin dal primo momento che l’ho visto» ha affermato ieri in diretta a Buona Domenica Sandra Milo intervistata da Paola Perego, «sono impazzita per lui, era così carismatico, con un’anima bellissima, un signore vero, lui non faceva il politico di mestiere, era uno che si interessava veramente agli altri, alla gente».
Una Milo davvero emozionata quella che ieri pomeriggio ha ricordato per la prima volta davanti agli schermi televisivi il sorprendente amore per Enrico Berlinguer, allora segretario del Pci, «un giorno l’ho seguito fino a Venezia - ha poi proseguito - dove era in corso una Festa dell’Unità, per vederlo, ma lui era già andato via, allora sono andata nel suo hotel e l’ho atteso fino alle tre di notte. Quando è arrivato ci siamo guardati a lungo mentre saliva dal porticciolo e tutto è iniziato da lì».
L’attrice ha ricordato anche Federico Fellini, di cui «mi sono innamorata prima delle riprese di Otto e mezzo». Ha anche raccontato sorridendo che all’età di 16 anni si è innamorata mentalmente anche di Karl Marx leggendo tutti i suoi libri.
Una Sandra Milo esplosiva dunque, ha fatto il suo ritorno in televisione al solito modo: con dichiarazioni che lasciano il segno. L’attrice, il cui vero nome è Elena Greco e ha 72 anni, è famosa anche per le sue complicate storie d’amore, molte delle quali con personaggi conosciuti come Federico Fellini, sempre molto pubblicizzata, e quella con Bettino Craxi, che è invece rimasta sottotraccia. Sposa del produttore Moris Ergas, che la lanciò nel film Il generale Della Rovere del 1959, poi si unì in matrimonio con Ottavio De Lollis (da cui ebbe Ciro e Azzurra).