La mimosa col burka non convince la Lega

Nella Festa della Donna c’è qualcosa che non convince il segretario della Lega Nord Liguria, Francesco Bruzzone. E sta tutto nel fatto che ieri per le strade di Genova si incontravano venditori di fiori di origine islamica. «Proprio loro - esplode l’ira di Bruzzone -. Ma proprio loro, in ogni angolo a vendere la mimosa per rendere omaggio alle donne? Questi soggetti, almeno quelli che stanno da noi, farebbero meglio a rispettare le donne in generale e soprattutto le loro». Un riferimento più che esplicito al ruolo secondario e subalterno all’uomo che molte società islamiche riservano alla donna. Senza contare la lunga serie di tristi episodi che vendono costantemente le donne essere vittime di intolleranze, violenze e soprusi nei paesi musulmani.