Minacce a lesbica Per il pm ha inventato tutto

Doriana Di Giovanni, la giovane gay di Mazzano (Brescia) negli ultimi due mesi alla ribalta delle cronache per una decina di attacchi e intimidazioni omofobici che ha denunciato accusando estremisti di destra, si sarebbe inventata tutto. È l'ipotesi su cui lavora la Procura di Brescia, che ha iscritto la 27enne nel registro degli indagati per procurato allarme e simulazione di reato. L'interrogatorio della ragazza intanto è fissato per domani. A quanto si è appreso l'accusa avrebbe in tasca parecchi elementi di prova contro Doriana. La convivente Marcella, invece, sarebbe totalmente all’oscuro della vicenda. Tutto è cominciato a metà ottobre, quando le due giovani avevano denunciato di aver subito un raid nel loro appartamento, trovando scritte naziste sulla porta. «Sono distrutta» si è limitata a commentare la giovane.