Minacce di morte a Vittorio Feltri

Una lettera con minacce di morte è stata indirizzata a Vittorio Feltri, direttore di Libero. La lettera è stata recapitata nella sede della redazione milanese in viale Majno. Sul caso indaga la Digos. Piuttosto scarno il contenuto: «Quando morirai saremo tutti contenti» scritto in un foglio che non continue rivendicazioni, né simboli. Il francobollo non è leggibile: difficile capire da quale città sia stata imbucata la lettera. A Feltri la solidarietà di molti esponenti politici tra i quali Formigoni, Bonaiuti, il presidente della Provincia di Milano Filippo Penati, unanimi nel condannare il gesto.