Minacce talebane Uccise la Bhutto: «Faremo saltare la Casa Bianca»

I talebani pachistani stanno pianificando un attentato a Washington contro la Casa Bianca che presto «meraviglierà» il mondo intero: lo ha affermato il leader talebano Baitullah Mehsud, che ha rivendicato anche l’attentato contro un’accademia di polizia pachistana avvenuto lunedì nei pressi di Lahore che ha provocato una dozzina di morti e quasi un centinaio di feriti. Nel rivendicare la responsabilità dell’assalto, il leader dei talebani pachistani ha avvertito che gli attacchi continueranno «fino a quando il governo pachistano non smetterà di sostenere gli americani».
Si ritiene che l’attacco di lunedì sia stato effettivamente compiuto da combattenti fedeli a Mehsud, provenienti dal «santuario» del Sud, Waziristan, dove trovano rifugio uomini di Al Qaida e talebani. Mehsud guida il Movimento dei Talebani del Pakistan, un ampio gruppo di fazioni integraliste islamiche che ha compiuto attacchi in tutto il Paese, ma soprattutto nel Nord-Ovest. Le autorità lo accusano di una serie di sanguinose azioni tra cui spicca l’assassinio dell’ex primo ministro Benazir Bhutto nel dicembre 2007.