Con il mini dollaro shopping record dei gruppi italiani

da Milano

Le imprese italiane approfittano del mini dollaro. Mentre gli italiani continuano a essere divisi sulla globalizzazione, le società non sembrano intimorite: negli ultimi 4 anni le operazioni all’estero sono cresciute da 4 a 60 miliardi e il 2007 è stato un anno record per le operazioni di fusione e acquisizione sfruttando il minidollaro e l’economia Usa.
Il rapporto Censis-Wss «Imprese italiane: globalizzazione? Sì grazie» evidenzia che mentre il 50% degli italiani ha un’opinione positiva sulla globalizzazione, il 37% è negativo. Ma c’è una «minoranza attiva che allarga la propria rete di attività oltre confine e gioca un ruolo da protagonista nel mondo globale». Nei fatti, mentre tra 2002 e 2007 tutte le principali economie, esclusa la Germania, hanno visto ridurre il peso nel commercio internazionale, a vantaggio di Cina e paesi emergenti, l’Italia ha tenuto quasi invariato il contributo all’interscambio mondiale, dal 3,9% al 3,5%.