Un mini-festival per riscoprire gli antichi canti popolari di Natale

I più famosi canti natalizi della tradizione italiana elaborati per l’Orchestra Popolare Italiana ed eseguiti insieme a ospiti musicali d’eccezione, da Lucio Dalla a Simone Cristicchi agli Avion Travel, conservando lo spirito originario con cui queste antiche preghiere popolari cantate furono composte: da oggi a sabato va in scena «La Chiarastella», un progetto di Ambrogio Sparagna, in programma in esclusiva per Natale all’Auditorium. Speciali gli ospiti dell’evento: a partire dalle voci di Peppe Servillo e Mimmo Ciaramella, insieme alla chitarra di Fausto Mesolella (Avion Travel) che saranno protagonisti delle tre serate. A Simone Cristicchi (ospite domani) il compito di interpretare alcuni canti di questua per l’Epifania della tradizione toscana e marchigiana, mentre Lucio Dalla (sabato) insieme con Marco Alemanno proporrà Quanne nascette ninno e un’antica versione emiliana di Maria lavava.
Il programma delle tre serate è incentrato sul repertorio di Sant’Alfonso e comprende brani provenienti da varie regioni italiane tra cui Emilia Romagna, Toscana, Marche, Lazio, Campania, Puglia, Basilicata, Sicilia e Sardegna. Per esaltarne la naturalezza, Sparagna li ha affidati all’interpretazione originale di un Quintetto vocale femminile e ad alcune giovani voci di varie parti d’Italia, fra cui spicca Alessia Tondo, giovanissima cantante salentina della Notte della Taranta.
Tra gli altri protagonisti spiccano Orlando Mascia, virtuoso di launeddas sarde, e la famiglia Marsella di Velletri, depositaria dell’antica tradizione del canto di questua della Pasquella.