Mini turn over nel Genoa che a Firenze vuol divertire

«Al di là del risultato che pure è importante, cerchiamo una prestazione convincente». Non ama parlare di mal da trasferta o di Genoa a due facce, ma il 'Gasp' stasera a Firenze (ore 20.30) lascia intendere che vuole una squadra diversa rispetto alle due ultime apparizioni lontano dal Ferraris. Una prestazione, aggiungiamo noi, come quella dell'anno scorso quando il Grifo uscì sconfitto nel risultato (3-1 per la Fiorentina), ma non nel gioco con il portiere viola Frey tra i migliori in campo.
Si torna a giocare a distanza di tre giorni e allora il turn over, grazie anche ad una rosa ampia, si rende necessario. Gasbarroni resta a Genova e così Palladino torna dal primo minuto. «Turn over a maggior ragione dopo partite così impegnative - commenta Gasperini - Bocchetti e Sokratis, per esempio, verranno collaudati direttamente in campionato. Non c'è tempo per compiere prove, neppure in amichevole. Si tenta di seminare ora, per poi raccogliere». E il raccolto d'inizio autunno parla della vendemmia di gol di Diego Milito capocannoniere del campionato con 4 gol e confermato anche contro la squadra di Prandelli. «Se segno è perché sfrutto il lavoro di tutti e il gioco che ci ha dato Gasperini - ha dichiarato 'il principe' - Ma dobbiamo tenere i piedi per terra».
Basso profilo dunque, ma tanta determinazione come quella sfodera Gian Piero Gasperini quando c'è da replicare alle polemiche della Roma sull'arbitraggio di mercoledì. «La campagna d'informazione che è stata montata da alcuni media è un fatto molto grave. Lo scorso anno a Genova, contro la Roma, perdemmo di misura e venne annullato un gol regolare a Di Vaio, scattato perfettamente sul filo del fuorigioco. Noi andiamo avanti con la politica della distensione». Lo stesso intento che ha animato i presidenti dei Consigli Comunali di Genova e Firenze. «Esortiamo i tifosi di Fiorentina e Genoa ad assistere alla partita con il piacere di divertirsi - scrivono tra l'altro in una nota congiunta Giorgio Guerello e Eros Cruccolini - evitando contrapposizioni o atteggiamenti aggressivi e inutili». Sugli spalti sono attesi duemila tifosi in arrivo da Genova. L'incontro sarà diretto da Roberto Rosetti di Torino.
GENOA (3-4-3) Rubinho; Sokratis, Ferrari, Criscito; Mesto, Milanetto, Vanden Borre, Modesto; Sculli, Milito, Palladino.