Ministeri al Nord, quattro nuovi uffici a Monza Calderoli: "E' la realizzazione di un sogno"

Insediati gli uffici del ministero delle
Riforme, della Semplificazione, del Turismo e dell’Economia alla Villa Reale di Monza. Calderoli: "Se un cittadino avrà un
problema con Roma, noi faremo da tramite senza che debba fare viaggi della speranza&quot;. La Brambilla: &quot;Segno che la maggioranza è unita&quot; (<strong><a href="/video/la_brambilla_inaugura_ministero_monza/id=brambilla_ministeri" target="_blank">VIDEO</a></strong>) <strong>GUARDA</strong> IL <strong><a href="/video/inaugurazione_ministeri_nord/id=monza_ministeri" target="_blank">VIDEO DELL'INAUGURAZIONE</a></strong>

Monza - L’insediamento degli uffici del ministero delle Riforme, della Semplificazione, del Turismo e dell’Economia alla Villa Reale di Monza "è una sfida, la realizzazione di un sogno". Lo ha detto il ministro per la Semplificazione, Roberto Calderoli, al suo arrivo presso la Villa Reale per l’inaugurazione della nuova struttura. "È una realizzazione spartana - ha spiegato Calderoli - sarà un pensatoio e riteniamo necessario iniziare con qualche testa pensante del Nord e del Mezzogiorno". Attraverso i nuovi uffici "qualunque cittadino avrà un problema con Roma, noi facciamo da tramite senza che debba fare viaggi della speranza. Qualunque proposta per lo sviluppo del paese sarà ben accolta". 

Segno che la maggioranza è unita Il fatto che oggi a Monza si inauguri la sede distaccata di quattro ministeri, due che fanno capo a esponenti della Lega e due del Pdl, "è un segno chiaro di quanto sia unita e compatta la maggioranza". Di questo è convinta il ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla che difende la scelta di aver aperto una sede distaccata del suo ministero anche da qualche critica arrivata all’iniziativa da esponenti del Popolo della Libertà. "Ritengo che sia fondamentale - ha sottolineato - per un ministero come quello del Turismo che sul territorio opera, avere sedi decentrate sul territorio. È importante coprire tutto il territorio".

No a costi aggiuntivi La scelta delle sedi distaccate, ovviamente, "dipende dalla funzione del ministero". Il suo ha in cantiere la sede di Napoli e questa a Monza. "L’importante - ha concluso - è che non abbiano costi aggiuntivi e siano legati alla reale possibilità di essere utili". Sulle sedi decentrate, ha spiegato ancora la Brambilla a margine dell’inaugurazione, "è importante che non vi siano costi aggiuntivi e che siano legati alla funzione del ministero e alla possibilità di essere utili". Sulla stessa linea Calderoli che è convinto che il Popolo delle libertà condivida "ampiamente" l’apertura delle tre sedi distaccate dei ministeri, alla villa Reale di Monza. Prova di questa condivisione, a suo giudizio, è che negli uffici si appoggeranno due esponenti del partito, cioè Giulio Tremonti e Michela Vittoria Brambilla.

Bossi: abbiamo solo iniziato Per Umberto Bossi l’inaugurazione delle tre sedi distaccate del suo ministero è il primo passo per il progetto più ampio del decentramento, in un paese in cui "non si vuole cambiare niente". "Abbiamo iniziato il decentramento, abbiamo dovuto iniziare", ha affermato il leader della Lega Nord, parlando con il microfono, al suo arrivo per l’apertura degli uffici alla villa Reale di Monza. "Potevamo iniziare dando le competenze alle regioni - ha proseguito - però, in un paese dove non si vuol cambiare niente, nessuno ha la forza di fare nulla, si doveva pur cominciare". Al suo arrivo, Bossi è stato accolto dai ministri Giulio Tremonti, Roberto Calderoli e Michela Vittoria Brambilla che lavoreranno negli uffici. "Quando una cosa è buona, funziona dall’inizio", ha detto il Senatur. "Vedete - ha aggiunto, con riferimento al ministro del turismo al suo fianco - si è agganciata anche la "Rossa"".