Ministeri, uffici del Turismo a Napoli e a Monza La Brambilla: "Saremo più vicini ai cittadini"

I ministeri "decentrati" non saranno solo al nord, il ministero del Turismo apre due uffici: uno a Monza e uno alle pendici del Vesuvio. La Brambilla: "Da qui inizierà il rilancio turistico di tutto il Mezzogiorno"

Un ufficio del ministero del Turismo a Napoli e uno a Monza. La rinascita parte anche dai segnali. Mentre la Napoli di De Magistris affonda sotto la spazzatura, dal Governo arriva un messaggio importante per la città. I ministeri "decentrati" non andranno solo al Nord: un ufficio di rappresentanza sarà aperto anche alle pendici del Vesuvio e Napoli diventerà una delle capitali. E' stato infatti avviato l’iter per l'apertura a Monza e Napoli degli uffici operativi e degli sportelli del Ministero del Turismo, le cui risorse saranno reperite nell’ambito delle dotazioni già assegnate all’amministrazione senza ulteriori aggravi. Lo ha annunciato il Ministro Michela Vittoria Brambilla: "Ritengo importante perseguire l’obiettivo di una maggiore e più efficace presenza sul territorio, per essere ancora più vicini agli operatori e ai cittadini – ha dichiarato il Ministro Brambilla – Il turismo rappresenta oggi una grande opportunità per l'economia italiana e la nostra responsabilità è quella di favorire in ogni modo il suo sviluppo, anche garantendo un migliore raccordo su tutto il territorio con una presenza al Sud e al Nord oltre che a Roma. Ogni area del paese ha infatti peculiarità ed esigenze diverse, alle quali sarà possibile corrispondere ancora meglio con un diretto e costante contatto con gli operatori che lavorano ogni giorno sul campo".

Turismo contro i rifiuti “L’emergenza rifiuti di Napoli – ha continuato il Ministro –, penalizza quotidianamente e da troppo tempo la città, con inevitabili conseguenze negative sia per l’offerta turistica locale che per l’immagine dell’Italia a livello internazionale. La situazione presenta livelli di criticità di tale rilevanza per gli operatori del turismo e per l’economia locale, che si ritiene opportuna una presenza stabile del Ministero del Turismo nel capoluogo campano, al fine di intervenire con rapidità e di rispondere più efficacemente alle diverse esigenze dei turisti e degli imprenditori. Da Napoli, città che vanta una storia e una cultura uniche, intendo far partire il programma di rilancio turistico di tutto il Mezzogiorno d’Italia, un territorio dalle meravigliose bellezze e potenzialità, ancora in tanta parte inespresse”.

Lombardia, turismo e produttività Importanti anche le prospettive turistiche per il nord dove sabato, alla Villa Reale di Monza, verrà inaugurata la nuova sede dei Ministeri che apriranno gli uffici decentrati: "La Lombardia – ha proseguito il Ministro Brambilla – è tra le regioni che registrano le migliori performance turistiche, così come le vicine Emilia Romagna e Veneto. La presenza in quest’area del Ministero del Turismo risponde alla volontà di sostenere in maniera diretta un territorio strategico per il settore e che rappresenta un punto di collegamento con l’Europa e con il resto del mondo, anche in prospettiva dell'Expo 2015. Intercettare questi grandi flussi internazionali e promuovere lo sviluppo del turismo in territori che, negli anni, hanno già visto l’affermazione di importanti distretti industriali, è un’ulteriore priorità per la mia agenda di Governo, che credo si possa meglio raggiungere con una presenza stabile e ben riconoscibile".