Il ministro diventa cicerone tra gli aeroplani di Albenga

L’imperiese Claudio Scajola aderisce all’iniziativa del Fai «Dietro le quinte della tua città»

Marzia Fossati

Si vola domenica. Si vola nei cieli di Albenga con il ministro delle attività produttive Claudio Scajola, testimonial d’eccezione all’Aeroporto Internazionale C. Panero in occasione dell’iniziativa del Fai, il fondo per l’ambiente italiano, che, domenica prossima appunto, organizza per il terzo anno consecutivo «Dietro le quinte della tua città», la giornata nazionale di raccolta fondi per tutelare i 36 beni siti sul territorio nazionale inseriti nel suo speciale elenco.
Al Fai tengono non a caso a precisare come la loro associazione non sia affatto ricca come possa sembrare; basta infatti pensare a quanto costi mandare avanti una casa per immaginare a quanto possa ammontare il mantenimento di un castello medievale. Da qui l’importanza di una manifestazione come quella di domenica, in cui 23 città italiane si avvarranno di altrettante personalità della cultura, della politica e dello spettacolo ad illustrare ai concittadini i segreti e le curiosità di un tesoro nascosto. Dal forziere ligure è stato scelto, per questa edizione, l’Aeroporto Internazionale di Villanova di Albenga, che avrà come testimonial d’eccezione un imperiese doc come l’onorevole Claudio Scajola che, per l’occasione, ha in serbo «Un intervento assolutamente informale - assicurano dagli uffici del ministro - cogliendo il vero spirito dell’iniziativa».
Il programma del «Dietro le quinte...» all’Aeroporto di Albenga, che non tutti sanno essere il più antico d’Italia per gli idrovolanti, prevede, dopo la colazione nell’hangar delle 10.30, irripetibile occasione di provare l’ebbrezza di pucciare una brioche nel cappuccino in mezzo agli aerei militari, il trasferimento in aerostazione dove il comandante Mauro Zunino in compagnia del generale Pier Carlo Berta e di Ninin Cassini Moresco, una delle prime donne pilota italiane, sveleranno curiosità, aneddoti e segreti legati a questo elegante e funzionale aeroporto della Riviera dei fiori.
Il clou della manifestazione sta però nella possibilità di sfrecciare nei cieli sopra Albenga a bordo di quattro aerei che, fino alle 17, faranno provare a tutti coloro che si saranno prenotati entro domattina al numero verde 800907890, (che al momento sono già più di 60) l’emozione di un pomeriggio ad alta quota.
Non è ancora dato sapere se il ministro Scajola volerà o meno, ma, quello che è certo, è che il suo contributo all’evento tenderà certamente ad essere il più incisivo possibile, data l’intensa attività di sua moglie, la professoressa Maria Teresa Verda, membro della giunta regionale Fai e iscritta al comitato Fai per la provincia di Imperia.
Se quindi desidera conservare la pace in famiglia, al ministro converrà essere convincente - e non c’è dubbio che lo sarà - tantopiù se è per una buona causa come quella di reperire i fondi necessari all’opera di sensibilizzazione e salvaguardia del patrimonio artistico portato avanti dalla Fondazione.