Ministro Lanzillotta, tassa sì o tassa no?

Siamo al ricorso bis contro la "tassa Soru", l'ennesimo balzello inventato per far cassa ai danni dei "soliti noti". Non ci resta che aspettare e sperare nella Corte Costituzionale, per vederla cancellare e possibilmente dimenticare.

Solo l'Alta Corte può sanare una palese ingiustizia voluta dal presidente Renato Soru e dalla maggioranza di centro-sinistra che lo appoggia in Regione: quella di vedere tassate le case al mare che appartengono a cittadini italiani non residenti in Sardegna (turisti ma anche sardi che hanno la loro residenza fuori dalla regione), cittadini costretti a pagare, dopo l'Ici anche una sorta di super-Ici.

Non solo, cittadini "ri-tassati" se decidono di vendere la loro proprietà, con l'aggiunta di una pesante aliquota sulla plusvalenza tra valore iniziale d'acquisto dell'immobile e quello di vendita. Cittadini "diversi" dai sardi che invece, se possiedono una, due, tre o più case al mare sono esenti dal balzello. Ovvio far rilevare che questi cittadini sardi, se possiedono case al mare in Liguria, Toscana, Emilia Romagna, Sicilia ecc. ecc. non sono costretti a pagare alcun balzello oltre l'Ici. Ma in queste regioni siamo evidentemente ancora in Italia.

Il presidente Soru e la sua maggioranza hanno via via dato motivazioni diverse sulla necessità di imporre le supertasse (basta rileggersi le dichiarazioni rilasciate in due anni sui giornali...), ma il governo sul punto ha tenuto duro. Speriamo continui a farlo, visto che proprio sulle tasse, Prodi ha deluso gli italiani e l'Unione ormai è per la stragrande maggioranza di loro il "partito delle tasse" (atteso alle forche caudine della cabina elettorale) e non accetti di fare da capro espiatorio per conto terzi.

Il ministro degli Affari regionali Linda Lanziollotta auspica che si possano concordare modifiche tali da far ritirare i ricorsi. Bene, viva il dialogo... Ma quali modifiche? Signora Lanzillotta: con o senza tassa, le modifiche? Forse è il caso che lo dica con chiarezza. Perché dialogo, su questo tema, non significa salvare la faccia ha chi ha ecceduto in fiscalità (Soru e la sua maggioranza, Ds inclusi), ma salvare il portafogli di chi è tartassato e non ne può più come hanno detto a chiare lettere i proprietari di seconde case (ma anche cittadini che non ne possiedono) che hanno scritto dall'Italia e dall'estero al Giornale.it: decine e decine di e-mail, puntualmente pubblicate sul nostro sito che ha dato voce ai tanti che ormai si sentono cittadini italiani in terra sarda, l'isola delle tasse.