Ministro nei governi Dini e Berlusconi

Ministro in tre governi, alla Funzione pubblica con Lamberto Dini nel 1995-96, sempre allo stesso dicastero con Berlusconi nel 2001-2002 e agli Esteri, nello stesso esecutivo Berlusconi, fino al 2004, Frattini è vicepresidente della Commissione europea proprio da quel novembre 2004 in cui lasciò il governo. Cinquant’anni, sposato e separato, una figlia, una laurea in giurisprudenza, un passato da magistrato, ex socialista, è subentrato alla Ue a un altro italiano, Rocco Buttiglione, contestato commissario per la giustizia, la libertà e la sicurezza, carica che Frattini tuttora conserva, oltre alla qualifica di vice-Barroso. All’epoca della nomina, dovette dimettersi dalla Farnesina dove arrivò Fini. Frattini nel tempo è riuscito a raggiungere con successo un consistente numero di incarichi: in curriculum vanta anche la nomina a consigliere giuridico del presidente del Consiglio nel ’92, vicesegretario generale della Presidenza del Consiglio nel ’93 e segretario generale allo stesso ufficio l’anno successivo. Deputato per otto anni, dal 1996 al 2004, si è occupato a più riprese dei problemi legati all’immigrazione.