Il ministro Romani lancia la campagna contro lo "shopping contraffatto"

Nel del mese dello shopping per i regali di Natale, il ministro dello Sviluppo economico ha lanciato da Milano,
assieme al sindaco Letizia Moratti una nuova campagna di sensibilizzazione contro le merci contraffatte.
Spot televisivi e radiofonici, ma anche pieghevoli, manifesti e gadget come t-shirt e spille

Nel del mese dello shopping per i regali di Natale, il ministro dello Sviluppo economico Paolo Romani ha lanciato da Milano, assieme al sindaco Letizia Moratti una nuova campagna di sensibilizzazione contro le merci contraffatte. Spot televisivi e radiofonici, ma anche pieghevoli, manifesti e gadget come t-shirt e spille distribuiti in un gazebo in piazza Cordusio informeranno i milanesi sui danni economici causati dal mercato del falso, per una iniziativa promozionale che dal capoluogo lombardo presto arriverà anche a Roma, Bari, Brindisi e Palermo. «La contraffazione - ha affermato Romani, che il 16 dicembre prenderà la guida di un comitato interministeriale per la lotta al falso - rappresenta un gravissimo danno per tutta la collettività a partire dalle imprese e dai lavoratori». A dar man forte alla campagna che ha come proprio slogan «Io non voglio il falso» anche il sindaco Letizia Moratti. «Combattere la contraffazione - ha detto il primo cittadino - significa difendere il Made in Italy. Il Comune ha creato una speciale task force all’interno della polizia locale, per dare ulteriore slancio all’attività di contrasto. Un lavoro che, nei primi cinque mesi di quest’anno, ha portato a risultati straordinari: 3.219 sequestri amministrativi e 900 penali, 271 denunce e 7 milioni e 200mila articoli sequestrati, eguagliando il dato complessivo dell’intero 2009».