IL MINISTRO ROMANI

Il ministro dello Sviluppo economico Paolo Romani ha annunciato che il governo deciderà stasera «insieme ai gruppi parlamentari di maggioranza, se tenere prima della pausa estiva un dibattito in Parlamento sulla crisi». «Soddisfazione» da parte di Confindustria: «È urgente porre il tema della difficile situazione economica e quello dello sviluppo come primi punti dell’agenda del Paese». Ma le prove di dialogo stentano a decollare. È bastata una proposta del ministro per la Semplificazione legislativa Roberto Calderoli («Davanti a questa crisi credo che la politica non abbia il diritto di andare in ferie. Propongo che in agosto tutti cancellino le ferie e ci si trovi tutti per un campus per lo sviluppo economico da cui far emergere un programma di lavoro per l’autunno») sostenuta anche (pare) dal ministro dell’Economia Giulio Tremonti perché l’opposizione, presa in contropiede, alzasse le barricate: «L’idea che il governo non vada in ferie ma continui a fare danni al Paese è di quelle che mettono i brividi», ha detto la presidente Pd Rosy Bindi. Contraria anche l’Idv: «No a un campus per le leggi ad personam, mi chiedo se Calderoli ieri era ministro della Repubblica o lo sia diventato oggi», ha detto il capogruppo dipietrista al Senato, Felice Belisario.