Il ministro Sacconi tenta la mediazione e convoca i sindacati

Il ministro del Welfare Maurizio Sacconi cerca di evitare lo scontro tra Telecom e i sindacati. L’azienda di tlc ha infatti licenziato 470 dipendenti dei call center e ha in programma, per contenere i costi, la chiusura di 22 siti produttivi e la messa in mobilità di circa 4mila persone. «Ho convocato mercoledì prossimo le parti sociali per cercare di arrivare a soluzioni concordate ed evitare lo scontro», ha detto Sacconi. «L’intento è quello di evitare soluzioni unilaterali da parte dell’azienda - ha aggiunto Sacconi - e men che meno la prospettata messa in mobilità dei lavoratori. Ribadisco la necessità di una moratoria dei licenziamenti, soprattutto per una compagnia di utilità pubblica come Telecom».