«Un ministro su tre sia donna»

Franca Chiaromonte, presidente dell'associazione «Emily» che sostiene la presenza delle donne in politica, ha scritto una lettera a Romani Prodi in cui ricorda al capo dell'Unione l'impegno a una presenza femminile nel suo governo pari al 30 per cento. Allo scopo, viene suggerita anche una serie di nomi. «Ci aspettiamo - afferma Franca Chiaromonte - che il nuovo governo di Romano Prodi non manchi un importante appuntamento con la storia del nostro Paese. Ci vogliono tante donne nel governo con responsabilità di ministre e sottosegretarie». Una particolare sottolineatura viene per Giovanna Melandri, con l’auspicio che «tra le tante candidature che si stanno vagliando», l'esponente dei Ds «possa dare il suo contributo di esperienza e competenza alla squadra di governo».