Mino Giachino, il grande mediatore dei Trasporti

L’ultimo colpo lo ha messo a segno facendo incontrare i pendolari no-Tav con l’amministratore delegato del gruppo Fs Mauro Moretti, sventando la protesta che avrebbe dovuto aver luogo oggi sulla tratta Torino-Milano. Un successo comunque inferiore a quello ottenuto pochi giorni fa, quando ha evitato lo sciopero di sette giorni dei Tir che i sindacati degli autotrasportatori avevano indetto per la prossima settimana. Bartolomeo - per tutti Mino - Giachino, 64 anni, cuneese prestato ai palazzi del potere romani, più che un sottosegretario ai Trasporti, è un’assicurazione per il governo Berlusconi: l’assicurazione che se c’è uno scontro, lui farà il massimo per appianarlo. Vecchia tempra democristiana, Giachino mette l’arte della mediazione al centro della sua attività; non a caso si professa un «fedelissimo» di oggi, in passato di Carlo Donat-Cattin.