Minorenne moldavo muore su auto rubata

Il ragazzo guidava una Opel
Astra che si è scontrata con un furgoncino Fiat Doblò a Milano. La
macchina era poi rimbalzata finendo contro un tram in quel momento fermo. L'auto era stata rubata una decina di
giorni fa

Milano - Sarebbe un ragazzino moldavo di 15 anni il minorenne morto questa mattina all’alba, mentre guidava un’auto rubata, in un incidente stradale alla periferia di Milano. È quanto ha detto, in ospedale, alla polizia locale il connazionale e coetaneo che viaggiava sul sedile a fianco e che è rimasto ferito in maniera non grave. La versione fornita, le identità e l’età dei due giovani stranieri, entrambi privi di documenti, sono tutti elementi al vaglio delle forze dell’ordine.

La dinamica In base a una ricostruzione dei vigili urbani, il ragazzo rimasto ucciso guidava una Opel Astra che si è scontrata con un furgoncino Fiat Doblò (e non un Fiat Fiorino come era stato riferito dagli agenti in un primo momento) in viale Sarca all’incrocio con via Emanueli. La macchina era poi rimbalzata finendo contro un tram della linea 7 in quel momento fermo.

Feriti Il ragazzino extracomunitario ha riportato la frattura del femore e varie contusioni ed è stato ricoverato al Niguarda. Chi era al volante del Doblò, Salvatore P., di 45 anni, originario di Napoli e residente a Paderno Dugnano, è stato trasportato all’ospedale San Raffaele dove è tenuto sotto osservazione: al momento non sembra avere riportato serie conseguenze. Dagli accertamenti risulta che la Opel Astra era stata rubata fuori Milano una decina di giorni fa.