Minorenne piromane arrestato: "Volevo vedere cosa si prova"

È stato sorpreso poco
dopo che aveva appiccato il fuoco in un terreno boschivo alla periferia di Carpino, nel Parco
del Gargano. Per questo, con l’accusa di incendio doloso, i carabinieri hanno arrestato un
17enne di Carpino. Si è giustificato dicendo che, "siccome lo fanno tutti", anche lui voleva
appiccare il fuoco al bosco "per provarne l’emozione"

Foggia - È stato sorpreso poco dopo che aveva appiccato il fuoco in un terreno boschivo alla periferia di Carpino, nel Parco del Gargano. Per questo, con l’accusa di incendio doloso, i carabinieri hanno arrestato un 17enne di Carpino. Si è giustificato dicendo che, «siccome lo fanno tutti», anche lui voleva appiccare il fuoco al bosco «per provarne l’emozione». Un altro piromane è stato arrestato in flagranza sulla strada tra Caivano (Napoli) e Marcianise (Caserta).

L’uomo è un marocchino di 47 anni, H.M., sorpreso da una pattuglia del comando compagnia di Afragola che, chino sull’asfalto, stava alimentando un ulteriore focolaio d’incendio utilizzando un accendino. I finanzieri sono intervenuti dopo aver notato ampie zone di sterpaglia in fiamme ai lati della carreggiata. I militari hanno così bloccato il piromane ed avvisato una squadra dei vigili del fuoco che già stava operando sulla stessa squadra qualche chilometro più indietro.

Tenuto conto delle caratteristiche del terreno, dell’elevata temperatura e della presenza di una sostenuta ventilazione, il fuoco, secondo i finanzieri, avrebbe in poco tempo raggiunto i caseggiati e i capannoni industriali limitrofi.