«Mio figlio è bravo, torna alle 5»

«Ma dov’è mio figlio? Che cosa avete intenzione di fargli? È un bravo ragazzo, frequenta la quinta liceo. Torna un po’ tardi la sera il fine settimana, mai prima delle 5, è vero, ma non mi posso lamentare di lui. In fondo io faccio l’insegnante, l’ho educato bene». La signora in questione è uno dei genitori che, ieri mattina, si trovavano davanti al corpo di guardia della questura, in via Fatebenefratelli 11, per sapere cosa sarebbe successo ai loro figli, coinvolti nella rissa nel parcheggio della discoteca «Magazzini Generali». La donna, riuscita a entrare in questura, ha raggiunto la camera dei fermati dove ha intravisto il figlio, un giovane con i capelli rasati. A quel punto, notando l’aria spavalda del figlio, per nulla intimorito, la donna ha commentato: «Beh, forse passare una notte qui non può che avergli fatto bene». È stato allora che il ragazzo, alla vista della donna, le ha detto: «Mamma, dai, fai un po’ di pubbliche relazioni per tirarmi fuori da qui».