«Il mio impegno per i più deboli»

Il presidente Vernarelli: «I buoni risultati raggiunti mi fanno considerare un dovere riproporre la mia candidatura»

Rita Smordoni

«I buoni risultati raggiunti e la volontà di continuare nella realizzazione del programma, mi fanno considerare un dovere riproporre la mia candidatura». Così il presidente del XVII Municipio, Roberto Vernarelli, Udc, ha esordito al consueto incontro di febbraio con i cittadini, tenutosi sabato all’Auditorium di via della Conciliazione, che quest’anno coincide con la presentazione del bilancio di fine mandato. Accolto da milletrecento persone, Vernarelli ha snocciolato, dati alla mano, i risultati conseguiti in cinque anni di governo. L’attenzione che la giunta di centrodestra ha riservato al settore sociale ha permesso la realizzazione di diciotto nuove strutture per anziani, bambini e diversamente abili.
«Abbiamo voluto - spiega Vernarelli - andare incontro alle fasce più deboli della cittadinanza che, per incuria o disattenzione, le passate amministrazioni avevano dimenticato. Oggi, proprio per questa capillare attenzione, i servizi sociali del municipio assistono 3.900 utenti, a fronte dei 130 del quinquennio 1997-2001». Altri interventi di rilievo sul territorio sono rappresentati dalla ristrutturazione degli edifici scolastici: «Abbiamo rifatto bagni, pavimenti, uscite di sicurezza, infissi e facciate, perfino gli arredi scolastici. Nei cortili interni, abbandonati da anni, abbiamo costruito campi sportivi polifunzionali». «L’80 per cento dei marciapiedi e delle strade è stato rifatto - continua il minisindaco - con interventi strutturali e non con semplici interventi tampone, come è stato, ad esempio con via Cicerone, dove abbiamo ristrutturato la galleria dei sottoservizi e l’impianto fognario. Ci troviamo in difficoltà a intervenire sulle strade e le piazze di competenza del Comune, ormai in ritardo cronico sulle opere di ammodernamento, come ad esempio Piazza Adriana, via Candia e la circonvallazione olimpica».
Nel corso dell’incontro Vernarelli ha elogiato il lavoro svolto dagli assessori municipali: Silvano Saccares (Cultura), Giulio Celi (Lavori Pubblici), Massimiliano Parsi (Commercio) e Marco Pomarici (Affari Generali e Sicurezza). Ma il municipio ha alcune spine nel fianco, prima fra tutte il ritardo dei lavori per la realizzazione del nuovo mercato Trionfale a via Andrea Doria. I lavori, cominciati ad agosto del 2004, si sarebbero dovuti concludere a febbraio. «Il Comune - ha spiegato Vernarelli - ha però cambiato il progetto in corso d’opera, e questo ha prodotto lo stop ai lavori. Con il nuovo progetto abbiamo ottenuto la costruzione di un asilo nido e di un centro anziani. Abbiamo inoltre chiesto all’amministrazione comunale una riduzione delle tasse per i residenti e i commercianti del quartiere, sottoposti a quotidiani disagi, la derattizzazione settimanale dell’area una maggiore sorveglianza».