«Mio padre è sereno, tutto si chiarirà»

Sulmona. «L’ho trovato bene, ma non in forma; è stato contento di vedere i suoi tre nipoti». Manuela Del Turco è appena uscita dal carcere di Sulmona dove è rinchiuso suo padre Ottaviano (nella foto), il presidente dimissionario dell’Abruzzo agli arresti con le accusa di associazione a delinquere, truffa, corruzione e concussione per gestione privata nella sanità. «Ha detto - ha aggiunto la figlia di Del Turco accompagnata dai tre figli - che è sereno, di avere fiducia nei propri legali e nel lavoro dei giudici affinchè questa storia si chiarisca al più presto». Intanto il Gip di Pescara ha confermato gli arresti domiciliari per Giancarlo Masciarelli, Vito Domenici e Angelo Bucciarelli, gli altri indagati nel quadro dell’inchiesta sul giro di 15 milioni di tangenti. Il Gip, pertanto, ha respinto le richieste avanzate dai tre, subito dopo gli interrogatori, di revoca degli arresti domiciliari. Per il dimissionario assessore regionale alla sanità, Bernardo Mazzocca, invece, il Gip ha accolto la richiesta di trasformare gli arresti domiciliari in obbligo di dimora.