«Il mio sogno: la nazionale del Vaticano»

«Il mio sogno? Che il Vaticano abbia una nazionale tutta sua». L'idea è del neo segretario di Stato vaticano Tarcisio Bertone. A riportarla, dalle pagine di Vita non profit magazine in edicola da oggi, è invece Edio Costantini, presidente del Centro sportivo italiano (Csi), che ha recentemente incontrato proprio nel capoluogo ligure l'ex arcivescovo di Genova in occasione dell'inaugurazione della stagione del Csi.
«Bertone è un convinto sostenitore della Juventus, ma l'ultima volta che ci siamo visti, mi ha confessato il suo sogno - scrive Costantini su Vita - ricordando che non sarebbe poi così difficile varare una rappresentativa vaticana in grado di ben figurare in campo internazionale». «Basterebbe», ha sostenuto Bertone, «fare una scelta fra i giovani che giocano negli oratori. Secondo un mio censimentò fatto in occasione di Italia 90, ben 42 giocatori partecipanti a quell'evento provenivano da oratori. E quindi, guardandosi bene in giro, anche il Vaticano potrebbe avere una degna rappresentativa».