"Il mio treno è arrivato con un'ora di ritardo" Ed è lite tra Montezemolo e Ferrovie dello Stato

Il presidente della
Ferrari: "Ieri sera il mio treno è arrivato con un'ora di ritardo
nell'interesse dei cittadini serve
concorrenza". E scoppia la lite. Fs ribatte: "Ritardo determinato da un problema
dell’infrastruttura e non del treno"

Padova - Tutto per un treno in ritardo. Ed è guerra tra il presidente della Ferrari Luca Cordero di Montezemolo e i vertici delle Ferrovie dello Stato. "Ieri sera il mio treno è arrivato con un'ora di ritardo -racconta Montezemolo - nell'interesse dei cittadini serve concorrenza". Ma Fs ribatte: "Ritardo determinato da un problema dell’infrastruttura e non del treno".

La polemica di Montezemolo Montezemolo stigmatizza i ritardi dei treni. Arrivato al convegno di Telethon a Padova con un’ora di ritardo, il presidente di Telethon e della Ferrari rilancia il tema della concorrenza nelle ferrovie. "Ieri sera - ha spiegato ai giornalisti - ci avevano detto che forse c’era la nuvola islandese e che era meglio viaggiare in treno. Abbiamo preso il treno alle 7.30 e il treno ha avuto un’ora di ritardo". Ci vuole concorrenza, hanno chiesto i cronisti? "Sui treni di sicuro - ha replicato Montezemolo - questo nell’interesse dei cittadini di poter scegliere. Una volta dicevano che la concorrenza è l’anima del commercio, migliorerà i servizi e quindi ben venga". 

La replica di Fs Pronta replica delle Fs: "La concorrenza fra operatori efficienti e competitivi fa bene perché spinge tutti a migliorare sempre più". Poi la società aggiunge: "Va però detto che il ritardo registrato dal convoglio di Trenitalia sul quale viaggiava Montezemolo poco aveva a che fare con la concorrenza perché era stato determinato da un problema dell’infrastruttura e non del treno: qualsiasi altra impresa ferroviaria quindi, oltre a Trenitalia, ne sarebbe stata penalizzata". Per le Fs, «hanno invece molto a che fare con la concorrenza i pesanti ritardi registrati qualche giorno fa da 36 convogli Trenitalia proprio a causa di un treno della società di Montezemolo, la NTV, impegnato in un test sulla linea Roma-Firenze: continui stop e rallentamenti per malfunzionamenti vari, con pesanti ripercussioni sui convogli Trenitalia che seguivano e conseguenti disagi a migliaia di nostri clienti. Forse la dichiarazione rilasciata dal dottor Montezemolo - prosegue la nota - con la concorrenza migliorerà il servizio», si riferiva all’efficienza del servizio che in futuro offrirà la sua impresa ferroviaria