Mipel, 10mila visitatori e tornano i buyer russi

Compratori esteri in crescita del 6,6% alla fiera internazionale della pelletteria e dell’accessorio moda. Riccardo Braccialini: "Risposta molto positiva dai principali mercati di riferimento"

Oltre 10.000 visitatori in Fiera Milano per Mipel TheBagShow, la fiera internazionale della pelletteria e dell’accessorio moda, che chiude con una crescita dei buyer pari al 6,6 % rispetto alla corrispondente edizione del 2016: circa metà italiani (+ 6,2 %) e l’altra stranieri (+ 7,0 %). Un risultato importante rispetto ad un anno fa, che conferma il trend positivo iniziato sotto l’egida di Riccardo Braccialini, presidente Aimpes, e Roberto Briccola, presidente Mipel, che hanno iniziato a lavorare per migliorare il profilo internazionale della manifestazione.

“Dai principali mercati di riferimento c’è stata una risposta molto positiva. In testa alla lista Russia con +48,8%, Corea +28,2%, USA +21,5% e Giappone +15,7%. Per il comparto europeo, segnaliamo la Germania con +18% dei compratori - dice Riccardo Braccialini -. Le previsioni per settembre prevedono un consolidamento grazie anche alla grande sinergia fra le fiere della moda e dell’accessorio. Per una decina di giorni, dall’inizio di Mipel il 17 di settembre al termine della fashion week milanese il 26 settembre, i buyer avranno una panoramica completa del nostro saper fare moda”.

“Il successo di questa edizione è il risultato di differenti voci: l’attenta selezione delle aziende partecipanti e un layout che cambia di stagione in stagione sono solo due di queste. La costante ricerca di innovazione e nuovi talenti emergenti è l’altra. Teniamo particolarmente all’evoluzione delle aree The Glamourous, patrocinato da Camera Italiana Buyer e Scenario, una parte del quale sviluppata in collaborazione con la Camera Nazionale della Moda , che avvicina designer emergenti ai department store esteri”.

“Siamo molto soddisfatti dell’evoluzione di Mipel in città che ha regalato a Milano la mostra Inside Out. The social life of bags, contenitore della creatività e della storia della pelletteria italiana - sottolinea Roberto Briccola -. Inoltre, la nostra campagna sulle principali testate internazionali grazie al supporto del ministero dello Sviluppo economico e di Agenzia Ice, ha contribuito ulteriormente all’affermazione del brand Mipel nei principali paesi di riferimento”.