Mirabilandia, quando la playstation diventa un set cinematografico

Nel mega-parco divertimenti della Riviera romagnola la nuova attrazione kolossal "Reset": caccia alla radioattività nella New York dopo l'apocalisse, un gioco a bordo di navette che si pilotano con il joystick

Un mix tra la playstation, un set cinematografico hollywoodiano e un poligono di tiro. E’ Reset, il nuovissimo ed originale “dark ride” (attrazione ambientata al buio) inaugurato a fine giugno da Mirabilandia, il mega-parco divertimenti della Riviera romagnola. Dopo l’inverted coaster più lungo e veloce d’Europa, il Katun, Mirabilandia cala un nuovo importante asso nel panorama del divertimento europeo con un investimento di oltre 10 milioni di euro, “tradotto” in scenografie di assoluto realismo, emozionanti effetti speciali e l’impiego di tecnologie all’avanguardia.

Apocalisse a New York Il tutto per regalare emozioni sempre nuove ai due milioni di visitatori che nel 2007 hanno varcato i cancelli del Parco, con una attrazione tecnologica dedicata ai maniaci della Playstation e agli amanti delle pellicole stile “fine del mondo”. Ambientato in una New York devastata da un misterioso cataclisma naturale, tra macerie, graffiti e le imponenti rovine della Statua della Libertà, Reset proietta il pubblico nell’atmosfera da post apocalisse a cui ci hanno recentemente abituato pellicole come “Cloverfield” e “Io Sono Leggenda”, grazie anche alle musiche da kolossal realizzate appositamente per il gioco e diffuse all’ingresso. La sensazione di trovarsi realmente tra le macerie della Grande Mela è forte e immediata.

Gara a bordo delle navette Una volta entrati, lasciata alle spalle la luce e dopo aver ricevuto il benvenuto dei “tecnici” in tuta bianca antiradiazioni (il personale del parco addetto a Reset), ci si può imbarcare sulle navette a 2-3 posti, armate di pistole con veri raggi laser. Inizia la caccia agli elementi radioattivi da “bonificare” con il proprio raggio rosso, passando tra resti della metropolitana abbandonata, fognature semidistrutte “attaccate” dai ghiacci e un misterioso e avveniristico laboratorio segreto. Una caccia che è anche una grande gara. Più elementi radioattivi (corrispondenti a centinaia di led luminosi di diverso colore disseminati lungo tutto il percorso) si colpiscono, maggiore è il punteggio accumulato, indicato costantemente dal “counter” digitale posto nella plancia della navetta. Ad ogni colore corrisponde un valore diverso e l’attenzione a colpire il maggior numero di bersagli luminosi è altissima. Grazie al joystick posto sulla plancia, le navette possono poi girare su loro stesse di 360 gradi, per meglio colpire gli elementi radioattivi. Al termine della “caccia”, i migliori dieci giocatori vedranno visualizzati i loro punteggi in grandi monitor ed entreranno così in una classifica generale che si aggiornerà continuamente. La classifica dei “top 100” potrà essere consultata anche dal computer di casa, collegandosi al sito di Mirabilandia. Per realizzare Reset sono stati necessari un anno di progettazione, 181 giorni di lavoro, 20 aziende e più di 150 “men at work”, per un costo complessivo che ha superato i 10 milioni di euro. Un vero e proprio Colossal made in Italy. L’atmosfera di un film, la giocabilità interattiva di un videogame, per un'ambientazione tangibile e reale…

I graffiti di Eron e il concorso per writers Quattro writers professionisti, 600 bombolette spray e il riminese Eron come direttore artistico. A Mirabilandia la Street Art, “nemico pubblico” dei centri storici italiani, è entrata dall’ingresso principale. L’ingresso e le pareti esterne di Reset, su cui i 4 writers hanno lavorato per giorni interi, rappresentano una vera e propria “summa” della Street Art newyorchese, con citazioni che vanno dagli anni ’70 ad oggi. Davide Eron Salvadei, riminese classe 1976, oltre ad aver supervisionato il lavoro è anche promotore assieme a Mirabilandia del concorso per writers che si terrà nel corso dell’estate 2008. Il concorso, aperto ad un massimo di 20 partecipanti, metterà loro a disposizione una parete di 4,5 x 2 metri ciascuno della cinta muraria esterna di Reset. I lavori saranno valutati da una giuria di esperti di pittura e arte contemporanea.
Mirabilandia: Strada Statale 16, Savio (Ra), tel. 0544-561156, www.mirabilandia.it