Miracolo a Niguarda, nasce Matilda

La piccola è venuta alla luce nonostante la mamma sia affetta da distrofia muscolare

Un grande fiocco rosa. Inaspettato e commovente. È comparso al centro Nemo dell’ospedale Niguarda dove, qualche settimana fa, è nata Matilda. Una bimba molto speciale, perché è venuta alla luce nonostante la sua mamma sia affetta da distrofia muscolare. Il parto, programmato in modo da ridurre al minimo i rischi, è avvenuto qualche settimana fa, ma l’equipe del Niguarda lo ha reso noto soltanto ieri. Un pool di diversi specialisti - fra i quali il direttore clinico di Nemo, Massimo Corbo, lo pneumologo Paolo Banfi e la neuropsichiatra infantile Ksenija Gorni - ha lavorato fianco a fianco per aiutare la donna ad affrontare la difficile gravidanza.
«Come già per numerose altre persone affette da una malattia neuromuscolare, la distrofia della mamma di Matilda non le ha affatto impedito di affrontare la gravidanza - spiegano gli esperti -, si trattava però di seguire il tutto con competenza, esperienza e particolare cautela, alla luce delle possibili complicazioni». La storia della bimba conferma che «una malattia neuromuscolare è sempre una faccenda molto complicata, ma oggi la si può affrontare con forza e spirito di squadra».