Mirante e Palombo nella Samp da Champions

Marotta al lavoro per riscattare il portiere e allungare il contratto al centrale. Esami per Campagnaro

È una Sampdoria che punta alla Champions dopo la bella vittoria contro l'Udinese, ma è anche una Samp che pensa al futuro, programmando la prossima stagione e andando oltre l'affare Cassano.

Capitolo mercato. Una delle prime operazioni che l'amministratore delegato sta provando a concretizzare è la permanenza in blucerchiato di Antonio Mirante. Il portiere, che a gennaio sarebbe dovuto andare via dopo aver chiesto al club di Corte Lambruschini di poter giocare con maggiore continuità, sarà riscattato a giugno dalla Juventus. Il giovane numero uno infatti dovrà sostituire Castellazzi che almeno fino a settembre sarà costretto a stare fuori per l'infortunio alla spalla. Un'operazione quindi un po' a sorpresa ma con l'acquisto di Mirante la società di Riccardo Garrone avrà un problema in meno da risolvere.
In vista c'è anche l'allungamento del contratto per Angelo Palombo. Ad annunciarlo, ieri mattina a margine della premiazione a Beppe Marotta e Gianni Blondet da parte della società Angelo Baiardo del «Città di Genova», lo stesso amministratore delegato blucerchiato: «Palombo è un giocatore seguito da molti club ma per noi rappresenta un patrimonio importante e un punto fermo di questa squadra. Per questo ci vedremo quanto prima per allungare il suo contratto e tutelandoci così per una sua permanenza alla Samp».

Capitolo Cassano. Nella settimana in cui Mazzarri ritrova la coppia d'oro Cassano-Bellucci, entrambi a segno contro l'Udinese, la società continua a trattare per il numero 99 di Bari Vecchia: «L'ostacolo con il giocatore è stato superato ora pensiamo a trattare con il Real basandoci su due punti fermi: la volontà della Sampdoria e di Cassano, che non ha alcuna intenzione di andare via». Poi l'amministratore delegato ha smentito l'arrivo dal Real dell'attaccante Higuain: «È un bel giocatore ma l'operazione è difficile».

Capitolo Champions. Marotta non parla apertamente di premio Europeo ma fa capire che il presidente Riccardo Garrone sta pensando ad un incentivo economico in caso di un raggiungimento del quarto, quinto o sesto posto: «Non c'è stata alcuna decisione in merito ad un possibile premio ma è il nostro presidente sarebbe sensibile se arrivasse un piazzamento importante da parte della squadra».

Prossimo turno. La Sampdoria intanto si prepara proprio ad uno spareggio per il quarto posto domenica con la Fiorentina: «Dobbiamo giocare come in una finale. È un possibile traguardo che non avevamo previsto ma ora che siamo lì a quattro punti dai viola è giusto crederci». La squadra riprenderà la preparazione oggi pomeriggio a Bogliasco e l'unica brutta notizia potrebbe riguardare Campagnaro, costretto ad uscire domenica per una ricaduta dopo l'infortunio al polpaccio. Oggi verrà effettuata l'ecografia ma non è escluso che l'argentino possa aver terminato la stagione con quattro settimane d'anticipo.

Ultima di campionato. Solo Samp-Juve sarà anticipata a sabato 17 maggio, a causa della concomitanza con la visita del papa. Il resto del campionato si giocherà domenica 18.