Una miscellanea di suoni inonda il Golfo Paradiso

Musica classica tanta, ma anche musica celtica, klezmer, tanghi, colonne sonore e brani dei cantautori più famosi: insomma, di tutto un po' in «Classica in Paradiso», rassegna di concerti organizzata dal Gruppo Promozione Musicale Golfo Paradiso, che ha preso il via nel quattrocentesco Oratorio di S. Antonio Abate a Pieve Ligure alta, con il duo di arpe Alice Caradente e Alessandra Viveri in un affascinante percorso dalla tradizione musicale celtica ad oggi. Ancora Pieve il 19 aprile con la musica della tradizione ebraica dell'est europeo della Klezmerata Fiorentina (solisti del Maggio Musicale) e poi gli altri appuntamenti, tutti naturalmente nei comuni del Golfo Paradiso, in sedi d'eccezione dal punto di vista storico e artistico o paesaggistico: sabato 26 aprile toccherà al Cenobio dei Dogi di Camogli con il Quartetto di Cremona e Luigi Attademo alla chitarra (Schubert e Castelnuovo Tedesco), il 3 maggio a Recco, nell'Oratorio di S. Martino con la fisarmonica e il bandoneon di Cesare Chiacchiaretta (da Bach a Piazzolla), il 9 e il 24 maggio nell'Oratorio S. Erasmo a Sori con il giovane duo Vlad Maistorovici violino - Dario Bonuccelli pianoforte (omaggio a Ysaÿe) e il Quintetto Pianoforte e fiati, con solisti de La Fenice e del Carlo Felice (Mozart e Beethoven). L'1 giugno si torna a Camogli, ma questa volta al Kulm di Portofino Vetta con il «Ludus in Fabula Ensemble» (da Rossini a Gershwin), poi a Bogliasco (7 giugno) nella Sala Bozzo con la Camerata Musicale Ligure in un curioso «Viaggio in Italia» da Vivaldi a De Andrè; infine a Recco nella Sala Frate Sole (14 giugno) con Silvia Piccollo (voce) e Giorgio Ferraris (liuto arciliuto tiorba) in un concerto che «racconta» la vocalità dei secoli XVI e XVII.